Tempo di lettura: 2 minuti

Ecco un piccolo elenco di strumenti musicali consigliati per i bambini per iniziare a muovere i primi passi nel mondo della musica.

Nell’infinità di strumenti musicali è abbastanza difficile scegliere lo strumento musicale giusto per te e se si tratta di bambini o persone alle prime armi, la cosa diventa ancora più complicata. Esistono però alcuni strumenti che sono più raccomandati di altri per muovere i primi passi nel mondo della musica.

Chitarra

La chitarra è uno degli strumenti più popolari suonati fra le persone, spesso autodidatte, ma è anche utilizzato diverse volte fra i bambini per imparare a suonare. Con la chitarra infatti si possono imparare a suonare canzoni che ascoltiamo alla radio, alla televisione, le canzoni preferite magari suonati dall’artista che più piace. Inoltre esistono diversi tipi di chitarre come quella classica, acustica o elettrica e, nonostante la prima sia quella consigliata per muovere i primi passi, è comunque possibile scegliere il suono che il bambino più preferisce.

bambino che suona la chitarra elettrica

Violino

Il violino è uno strumento musicale che si può imparare a suonare già dai tre anni d’età. Basta solo scegliere la grandezza giusta misurando la lunghezza del braccio del bambino o della persona alle prime armi che vuole imparare. Nonostante il violino produca un suono meraviglioso, ci vogliono però diversi anni di studio prima di riuscire a perfezionare tecnicamente il suono.

Sassofono

Esistono diversi tipi di sassofoni: quello migliore per i principianti è l’alto sassofono e quello più popolare il tenore. Il primo, essendo più piccolo, è più facile da suonare ed è quello che solitamente si trova nelle jazz band. Il secondo invece è più grande e ciò vuol dire che serve più aria da soffiare il che può essere più difficile per i bambini.

Clarinetto e Flauto

Questi due strumenti musicali sono molto semplici da imparare, piccoli e portatili. Ecco perché vengono utilizzati molto spesso nelle ore di musica a scuola. Inoltre, avendo prezzi relativamente bassi, sono abbastanza accessibili a chiunque. Molto spesso poi questi possono anche essere utilizzati in gruppo o nelle orchestre.

Batteria

La batteria, nonostante sia uno strumento che occupa diverso spazio e abbastanza rumoroso, insegna in realtà al bambino la coordinazione. Il ritmo poi è l’elemento principale di questo strumento e insegna al principiante a costruire la musica proprio intorno a questo aspetto. Esistono oggi poi alcune batterie elettroniche che offrono la possibilità di ascoltare ciò che si suona tramite le cuffie.

bambino che suona la batteria

Piano

Il piano tradizionale è uno strumento che occupa molto spazio e, soprattutto, costoso. Esistono però alcune alternative come tastiere e piani digitali che, nonostante siano strumenti abbastanza difficili da imparare, offrono un divertimento proporzionale al tempo che il bambino usa per imparare. Il piano inoltre è uno strumento musicale che sta alla base di diversa musica poiché offre la possibilità di lavorare su tutti gli elementi: armonia, melodia, ritmo e dinamica.

Ovviamente questi sono solo consigli e spetta al bambino l’ultima decisione su quale sia lo strumento musicale giusto per la sua persona. I genitori potranno però sempre essere li a spronarli a dare il meglio e incoraggiarli nei momenti di sconforto.


Chiara Troise