Tempo di lettura: 2 minuti

La musica è in grado di influenzare il sapore del cibo, e non solo.

L’esperienza in un ristorante non si ferma solo al cibo ma, a partire dall’ambiente, anche la musica ha la sua importanza avendo la capacità di cambiare il modo di come mangiamo e, soprattutto, il sapore di ciò che assaggiamo.

La musica cambia il nostro modo di mangiare. Se ascoltiamo musica al ristorante, probabilmente assumeremo anche più cibo e bevande. Inoltre, il tempo che spendiamo al ristorante aumenta. Non è un caso che, per esempio, quando andiamo a mangiare il sushi ad un all you can eat e la musica si trova in sottofondo, tempo di qualche chiacchera e nighiri dopo, diverse ore sono già passate. A questo poi si aggiunge anche il ritmo della canzone, che invece influenza il ritmo di masticamento.

Ma la musica influenza soprattutto il sapore del cibo che mangiamo: i suoni più acuti sono associati a cibi dolci mentre suoni più bassi sono associati a sapori amari. Ciò non accade solo con i cibi ma anche con i vini, la cui scelta viene profondamente influenzata dalla musica in sottofondo. In realtà non puoi creare sapori che non esistono nel cibo che si sta assaggiando attraverso la musica ma questa potrebbe portare la concentrazione dell’assaggiatore su determinate caratteristiche.

tastiera pianoforte con appoggiate drink e bottiglie

Il perché di questo avviene in realtà non è ancora certo. Una possibilità potrebbe essere che i rumori in sottofondo ci distraggono, rendendo più difficile concentrarci sui sapori e sugli odori. Un’altra possibilità è data dalle connessioni nel cervello, scoperte da poco dai ricercatori, fra orecchio e naso. La questione però non è ancora chiara.

È certo però che quando si rompe una barretta di cioccolato si ricerca quel “tac” secco, dato dal temperamento del cioccolato, che per noi riflette il gusto del dolce. O il rumore del sacchetto di patatine mentre si apre, questo non è fatto di certo per le patatine ma per creare una sorta di anticipazione che si va cercando e confermando quando si mordicchia la patatina: il “crac” è simbolo di freschezza e croccantezza.

Andando a lavorare su più aree del cervello insieme, la musica e i rumori cambiano anche il sapore del cibo, creando aspettativa e focalizzando l’attenzione. La giusta soundtrack diventa così di fondamentale importanza per il nostro pranzo o la nostra cena e di questo, i ristoranti, dovrebbero prestare attenzione. Può darsi che il peggior cibo mai assaggiato diventi anche buono, basta solo scegliere se ascoltare Mozart o gli AC/DC in sottofondo.


Chiara Troise